Le pubblicazioni scientifiche

-A- Volumi

volume Bontadini

Cliccare l'immagine per vedere la copertina


Qui il link all'editore del volume
Scarica l'indice e l'introduzione in formato Scarica l'articolo

Abstract: Il pensiero di Gustavo Bontadini (1903-1990), teoreta che per trent'anni esercitò il proprio magistero presso l'Università Cattolica di Milano, viene spesso presentato come interamente plasmato dalla tensione al metafisico, ma ciò, se può essere vero sul piano dell'ispirazione e dei fini ultimi, dal punto di vista delle priorità teoretiche non sembra corretto. Le analisi svolte nel saggio dimostrano infatti che la teoresi del filosofo milanese è dominata dalla problematica gnoseologica, soprattutto a causa dell'ineludibile funzione propedeutica che quest'ultima viene ad assumere rispetto alla costruzione metafisica. In particolare si mette in rilievo come il ruolo della dottrina epistemologica, di stretta derivazione attualistica, consista nel fondare una metafisica di stampo squisitamente aprioristico. Tale fondazione è tuttavia considerata invalida, sia rispetto alle proprie premesse gnoseologiche, sia rispetto ai propri esiti metafisici, sulla base di un'attenta valutazione teoretica dei testi bontadiniani, che ne rivela le tante aporie e le esiziali contraddizioni.

-B- Articoli

-1- Metodologia della ricerca filosofica

Scarica l'articolo in formato Scarica l'articolo, oppure in formato Scarica l'articolo

Abstract: Lo stile letterario, con cui un autore espone il risultato delle prorprie speculazioni, è solo "l'ultimo genito" tra quegli atti che costituiscono il suo "modo di filosofare". Indagare le ragioni dello stile espositivo adottato da un filosofo, assume dunque grande rilevanza per una comprensione adeguata del suo pensiero. Considerato secondo questa particolare prospettiva il caso di Cornelio Fabro, filosofo tomista di chiarissima fama, si rivela sorprendente e foriero di indicazioni metodologiche di valore universale: le ragioni di uno stile teso alla massima "s-pregiudicatezza" intellettuale e per natura avverso a qualsiasi sudditanza che non sia il servizio alla Verità, sono individuabili in quella che può essere definita una concezione "realistico-dialettica" dell'ontologia. Il significato di tale "dialetticità" del reale viene spiegato e discusso in relazione alle istanze euristico-metodologiche, provenienti dalla formalizzazione linguistica propria della logica moderna.

-2- Senso della vita, fondamenti dell'etica e ateismo

Scarica l'articolo in formato Scarica l'articolo, oppure in formato Scarica l'articolo

Abstract: Il fine principale dell'articolo è quello di dimostrare rigorosamente la seguente affermazione: se Dio non esistesse, la vita umana sarebbe priva di senso (assurda) e sarebbe dunque impossibile giustificare razionalmente qualsiasi tipo di dottrina etica. La struttura logica delle argomentazioni si sviluppa in due momenti principali. In primo luogo una rigorosa definizione della locuzione "senso della vita" conduce alla conclusione che, se all'origine dell'universo non vi fosse un'Intelligenza Creatrice e tutto derivasse dunque dal caso, si sarebbe totalmente sprovvisti di un qualsiasi criterio oggettivo e razionale per distinguere il bene dal male. In secondo luogo si dimostra la validità generale (non limitata cioè a specifici calcoli logici) della celeberrima "legge di Hume", secondo una particolare accezione, detta "fondazionale", dell'argomento del "Mountain Range Effect". Dall'ulteriore analisi delle cause logico-linguistiche che stanno alla base di tale argomento, si deduce un'unica possibilità di giustificazione razionale dell'etica, definibile come giustificazione "ex auctoritate cum fundamento in re".


Scarica gli appunti in formato Scarica l'articolo, oppure in formato Scarica l'articolo

Abstract: Trattasi di alcune osservazioni critiche rispetto ad un modello generalissimo di intuizionismo etico.

-3- Epistemologia

Scarica l'articolo in formato Scarica l'articolo, oppure in formato Scarica l'articolo

Abstract: Nell'articolo viene svolta una sintetica critica dei contributi che Dario Antiseri, Giovanni Giorgio e Santiago Zabala hanno proposto nel volume collettaneo "Per una filosofia del senso comune. Studi in onore di Antonio Livi" (a cura di Philip Larrey, Italianova, Vimercate 2009). I suddetti autori propugnano infatti forme estreme ed analoghe di relativismo veritativo, che confliggono sotto ogni aspetto con l'ispirazione autenticamente tomista della dottrina filosofica elaborata da Antonio Livi (Decano della Facoltà di Filosofia della Pontificia Università Lateranense fino al 2008).


Scarica la relazione in formato Scarica l'articolo, oppure in formato Scarica l'articolo

Abstract: La relazione fu tratta dagli studi, allora in corso, sulla filosfia di Bontadini, sfociati successivamente nella tesi presentata per il dottorato di ricerca. La tesi rivista e ampliata è stata pubblicata presso l'editrice Aracne di Roma nel 2007 (si veda la sezione Volumi).

-4- Teologia razionale

Scarica l'articolo in formato Scarica l'articolo, oppure in formato Scarica l'articolo

Abstract: Nell’opera di Tommaso d’Aquino non è rintracciabile alcuna dottrina intorno alla causalità intesa come "principio primo" (verità immediatamente evidente) della conoscenza. Tale dottrina appare e si sviluppa invece all’interno delle varie generazioni di studiosi tomisti, e in particolare diviene questione fondamentale per la scuola neotomista. In ordine ad una corretta impostazione della teologia razionale, nell'articolo si mettono in rilievo le importanti ragioni teoretiche che spiegano l'atteggiamento speculativo di San Tommaso, ragioni cioè non riducibili, come taluni hanno affermato, alla pura contingenza storica (mancanza nella filosofia precedente e contemporanea all'Angelico di critiche diffuse e altisonanti alla causalità). In particolare si dimostra che l’innesto di un preteso "principio primo di causalità" sull'originaria dottrina tomista rischia di stravolgere profondamente l'impianto prettamente deduttivo ("a posteriori") delle "cinque vie" (le prove filosofiche per la dimostrazione dell'esistenza di Dio elaborate dall'Aquinate).

-5- Altre pubblicazioni

Scarica la recensione in formato Scarica l'articolo, oppure in formato Scarica l'articolo